giovedì 5 settembre 2019

Appunti armeni

Dopo tre giorni mi decido a scrivere qualcosa ma vado sempre a piedi e alla sera sono spesso distrutto. Mi sono fermato inizialmente echmiadzin piena di chiese e piccola cittadina vicino a Yerevan. Un paese povero in ricostruzione con gente alla mano che sorride agli incontri e quando sa un po' di inglese cerca sempre di fare due chiacchiere. Si mangia bene e semplice, dovunque bancarelle di prodotti agricoli, baretti dove fanno ottimi frullati e negozietti che vendono ancora le cassette musicali. Cellulari diffusissimi , prezzi bassi e per ora nessuna fregatura. Abbondano le Mercedes, parchi con wi-FI gratuito e fontanelle con acqua fresca. Oggi c'era la partita di calcio Armenia - Italia e alle cascate, monumento in centro a Yerevan ho trovato gruppetti di italiani. Un parco intero con artisti che vendevano quadri e molti suggerimenti in hotel per organizzarmi il viaggio. Per strada diverse statue di Botero. Un paese povero ma interessante.

4 commenti:

Alligatore ha detto...

Bellissima descrizione di viaggio, da sogno del viaggiatore, veramente. Scusa l'ignoranza, ma statue di Botero chi? Il grande pittore e scultore colombiano?

marcaval ha detto...

Si proprio lui : tre statue davanti alle Cascades.

claudio berzieri ha detto...

Piu che Mercedes ci sono Toyota LAND CRUISER . Ciao bella l'Armenia vai verso la Turchia ci sono ottime vigne !!
Claudio Berzieri

P.s Le strade però ocio non hanno indicazioni !!

marcaval ha detto...

Ciao Claudio ... adesso sono in Nagorno Karabach