mercoledì 10 dicembre 2014

Giornata culturale

Oggi abbandono Hania con il suo nel porto e presa la National New Road mi dirigo verso Agios Nikolaos, è piovuto stanotte e anche oggi non scherza, però un attimo di sole illumina la mia visita al palazzo di Cnosso, il luogo archeologico più famoso di Creta - Giusto visitarlo ma non è nienete di entusisamante. Dopo meno di un'ora l'abbandono per perdermi tra gli uliveti e i vigneti dei dintorni di Iraklio ma la pioggia ricomincia e alla grande. Provo a visitare anche il Palazzo di Milia ma un cartello ne declama la chiusura e si scusa per l'inconveniente. Ammiro qualche spiaggia lungo la strada quindi arrivato ad Agio Nikolaos abbandono l'auto e mi dedico alla ricerca dell'hotel che trovo con diversi aiuti, sempre meglio di un tom tom e preso possesso della stanza passeggio sul bel lungomare, c'è più vento che negli altri posti visitati e l'ennesima pioggia mi fa rifugiare in un simpatico baretto con musica italiana dove mi studio gli itinerari dei prossimi giorni prima di andare a recuperare la macchina e lasciarla sotto alle scale che conducono al "mio" Pergola Hotel.Gironzolando tra il vecchio porto e il lago trovo la taverna Embassy, gran colpo! Già mi colpisce l'arredamento con i tanti strumenti musicali poi mi lascio guidare dall'istinto e ordino il piatto del giorno.Come antipasto prendo una feta con pomodori caldi, spettacolare così come erano stati i due precedenti antipasti, la mitsika, un immenso fomraggio di campagna nell'olio e lo tzitziki una salsa  di yogurt e agli, Come secondo arriva uno stinco di montone con patate e riso, ottimo come ottima è la musica blues del locale, e ne approfitto visto che si può fumare per fermarmi ad ascoltare diversi pezzi. Bella serata!!!

Braccialetti nepalesi