giovedì 20 settembre 2018

mercoledì 19 settembre 2018

102 Rue de la gare

E' il primo romanzo in cui appare Nestor Burma, reduce dalla prigionia nella Francia occupata, un pezzo autobiografico da parte dello scrittore Leo Malet. Un giallo che si dipana tra Lione e Parigi, tra la Francia liberata e quella no, una prima grande apparizione. Appaiono anche la sua segretaria Helene e l'ispettore di polizia che riapparirà in tante altre avventure. Nestor Burma e la scrittura ironica di Malet stanno diventando un'innegabile passione.

Imbianchino


lunedì 17 settembre 2018

Delitto al luna-park

E' decisamente scoppiato un amore con Nestor Burma, il detective privato anarchico inventato dalla penna di Leo Malet. Quando voglio leggere qualcosa di divertente e semplice i gialli di Malet sono saliti tra i primi posti nella scelta. Storie ben scritte e con tanto umorismo.

Lampadina


sabato 15 settembre 2018

venerdì 14 settembre 2018

giovedì 13 settembre 2018

La città d'oro

Un bel libro d'avventura che ruota tutto attorno alla scoperta dell'incantevole Machu Picchu, da sempre assegnata a Bingham che fu però molto probabilmente anticipato da Augusto Berns. Sabrina Janesch racconta la biografia del tedesco tenendo incollati alle pagine fino alla fine, senza dimenticare di raccontare anche una stupenda storia di amicizia.

Per la lanterna


mercoledì 12 settembre 2018

martedì 11 settembre 2018

I vagabondi del Dharma

Probabilmente i protagonisti di questo libro sono i più stravaganti che ho mai conosciuto. Un buon libro questo di Kerouak scritto nel suo periodo più religioso e mistico. I viaggiatori del Dharma sono giovani immersi in una spensierata gioventù e allo stesso tempo alla ricerca di dare un senso alla loro vita dentro un sistema che non riconoscono come il loro.

Parma città d'asilo


Le steli di Pontemoli




domenica 9 settembre 2018

Anno 2018 - parte 36

Devo crescere: quando incontro dei maleducati mi tengo addosso la rabbia per ore e mi rodo pazzescamente il fegato.
Mi è capitato di ascoltare dieci minuti di Renzi, non ho capito se vuole competere con Beppe Grillo nel campo del cabaret mentre lui non ha ancora capito perchè gli italiani gli hanno voltato le spalle.
Adesso il PD protesta perchè si vorrebbero limitare le aperture domenicali dei negozi: ma una volta non era dalla parte dei lavoratori?
Siria e Libia sempre foriere di stragi e violenza.
E' iniziato molto bene il festival di fotografia indipendente Stop a Parma, tanta gente ad ascoltare la storia del popolo Mapuche.
Trovo sempre più gente che per il tema dei migranti è scivolata dalle idee di sinistra alla Lega di Salvini.
Anche nei gruppi facebook a tema libresco quando si parla delle opere di Saviano c'è subito gente che sconfina negli insulti, povera Italia!

Torri a Tokyo






venerdì 7 settembre 2018

Nebbia sul ponte di Tolbiac

La mia seconda eprienza con Leo Malet, che viene coinvolto in un'inchiesta che lo obbliga a confrontarsi con il suo passato anarchico. Un buon libro scritto in modo umoristico ma lineare da Leo Malet che costruisce così una storia avvincente che mi ha tenuto seduto per due ore abbondanti!

A Parma si parla di Mapuche

Oggi venerdi 7 settembre alle ore 18,30 , a Chourmo Enolibreria, insieme a Domenico Fantini, interverrà anche Nicola Sgargi, attivista, sognatore e appassionato di culture indigene, in particolare del popolo mapuche, con cui coopera direttamente.
Nicola è stato volontario presso la comunità mapuche Pillan Mahuiza (Chubut - Puelmapu).
Dal 2015 collabora con il “Movimiento de Mujeres Indigenas por el Buen Vivir” e con l’associazione antirazzista “Sentieri di Libertà” del Mercatino Multietnico di Bologna.
Un'iniziativa all'interno del festival Stop.

Farfalle toscane




giovedì 6 settembre 2018

Senza perdere la tenerezza

Non sono un amante delle biografie ed ero spaventato dalla grandezza di questo volume ma prima o poi volevo assolutamente leggere la biografia di Ernesto Che Guevara. Ovviamente conoscevo tanti particolari della sua storia ma questo libro di Paco Taibo mi ha sicuramente fornito molti dati in più e mi ha confermato la grandezza di questo uomo, che è stato trasformato in un'icona. Alla fine mi è anche venuto un bel magone!

8^ edizione Salso Corto Film Festival


Porte tibetane - parte 2