giovedì 17 agosto 2017

Cecenia

Il disonore russo. E' un libro inchiesta scritto da Anna Politovskaja, uccisa in Russia alcuni anni fa, sulla guerra in Cecenia e sulla situazione politica e razzista che si è venuta a creare in Russia. Era forse da leggere anni fa ma resta attuale per capire l'odio che circola nel mondo. Purtroppo tanto come si capisce ancora una volta anche in questi minuti.

Tiro al salame


mercoledì 16 agosto 2017

Emilia parabolica

Ci tenevo a leggerlo, avevo già letto l'ottima parte di "Mongolia in retromarcia" ed avevo scambiato due chiacchiere con Massimo Zamboni ad un incontro sul fotografo Ghirri, ma se devo essere sincero non sono molto soddisfatto. Ci sono sì alcuni spunti più che interessanti ma forse non era per me il momento di affrontare questo tipo di scrittura. Mi resteranno in mente a lungo alcune importanti conclusioni e alcune storie metaforiche ma niente di più.

Accoglienza


martedì 15 agosto 2017

Malastagione

E' l'estate dei libri gialli o meglio diciamo che quando mi capita tra le mani un romanzo giallo scritto bene me lo divoro. E' stato il caso di Malastagione scritto a due mani da Francesco Guccino e Loriano Macchiavelli, e probabilmente non è un caso che anche loro due hanno vinto in passato il Premi Scerbanenco. Ambientato nell'Appennino toscana ci regala un saco di personaggi mediocri, tipici del mondo attuale, ma anche tanti personaggi favolosi che a volte compiono azioni eroiche senza tanta pubblicità. Un bel libro! 

Ringraziare il sole


lunedì 14 agosto 2017

La ragazza sbagliata

Ho letto da qualche parte che Giampaolo Simi aveva vinto il Premio Scerbanenco e passando davanti ad una libreria ho visto questo suo libro, dopo nemmeno ventiquattrore l'ho finito. Basta questo per dire che mi è decisamente piaciuto, un signor giallo basato su un delitto compiuto piu di vent'anni prima, proprio nei giorni dell'attentato compiuto in via dei Georgofili a Firenze. Per gli appassionati di gialli è assolutamente da non perdere! E si capisce perchè Simi ha vinto il premio Scerbanenco, come altri scrittori di cui mi sono decisamente appassionato.

Coccodrilli








Spaventapasseri a Case Passeri

domenica 13 agosto 2017

La mossa del cavallo

Quando ho detto ad un amico libraio che avevo letto e mi erano piacuti due libri di Andrea Camilleri, questi mi ha risposto che non li leggeva perchè non capiva il siciliano. I primi due libri letti però non ne avevano traccia invece questo terzo presenta molti pezzi in siciliano che ho dovuto saltare clamorosamente. Malgrado la storia sia molta interessante e quindi anche questo terzo libro superi ampiamente la sufficenza, penso che leggerò altri libri di questo scrittore solo dopo aver appurato che siano solo in italiano.  Niente contro il dialetto siciliano ma non mi sembra il caso di leggere libri di cui si è obbligati a saltare un bel numero di pagine!

Anno 2017 - parte 33

Abbiamo cominciato una rassegna di fotografia e viaggi in quel di Berceto, buon successo ma soprattutto un po' di fresco!!
Mi ricordo all'improvviso che c'è l'eclissi di luna, volo sul balcone ma l'unica nuvola degli ultimi mesi la oscura ... ma dai!!
Uno si sbatte per fare dei bei fotoritratti e poi gli chiedono se le sue foto vanno bene anche per la patente!! Metto in vendita la mia macchina fotografica!
Ci sarò anche la notte delle stelle cadenti ma per non sapere ne leggere ne scrivere io la festeggio mangiando anatra arrosto in una signora festa campagnola ... poi va a finire che mi vedo anche le stelle cadenti e sorrido!! Poi è quasi ferragosto e si va anche di stracotto d'asinina!!
E' agosto, c'è molto caldo e per scaldare l'ambiente ci si mette anche l'assurda  e antistorica crisi Corea-StatiUniti. Ma se invece l'obbiettivo fosse il Venezuela?
Sempre silenzio sui massacri dei kurdi in Turchia, Dersym brucia ma è più importante costruire una diga che eliminare milioni di kurdi considerati terroristi dal governo di Erdogan.
Qualcuno mi dovrebbe spiegare che fastidio dà una scuola di ballo!! Eppure esistono ancora i suprematisti bianchi (pensavo fosse un'invenzione dei Blues Brothers!!) e fanno attentati contro gli antirazzisti, ma siamo sicuri di essere nel ventunesimo secolo?
"Cerco le qualità che non rendono. In questa razza umana. Che adora gli orologi. E non conosce il tempo". (G.L.Ferretti)

Lo squalo


sabato 12 agosto 2017

Viaggi e altri viaggi

Un altro libro che era scomparso nella mia libreria ed è trionfalmente riapparso. Sono racconti in cui il grande Antonio Tabucchi ci descrive luoghi sconosciuti ai più e soprattutto la cultura che dovrebbe celarsi dietro chiunque viaggia. Si spazia un po' in tutto il mondo ma poi lo scrittore si sofferma in particolare in India, Australia e nel suo amato Portogallo per poi descriverci luoghi inventati da altri grandi scrittori. Io sinceramente mi sono anche preso un po' di appunti!

Percussioni


venerdì 11 agosto 2017

Serata mongola a Berceto


Un'ombra ben presto sarai

Avevo comprato ed iniziato a leggere questo libro una vita fa poi è stato fagocitato dal casino che ho in casa e alcuni giorni fa ho provato a leggerlo, ma è finita che l'ho divorato. Eccezionale ... un romanzo con un gran protagonista e tanti personaggi spettacolari e indimenticabili, tutti con una caratteristica comune: nessuno sa dove sta andando! Penso che farò fatica a dimenticare alcune figure e non faccio preferenze! 

Un sottomarino per Nessie


giovedì 10 agosto 2017

Chiavi curiose degli ultimi mesi

poesie sul viaggio Neruda
banconote eulero offerte
gran view terrace
dove negoziare banconote polacche fuori corso
wu jiao moneta a cosa corrisponde
cavigliere del katakali
dickinson poesie sul viaggio
fabrica di ferro
fagoceri
film ambientati nella steppa
film divertente africa leoni bambini
ilario graffitis
perchè a creta ci sono tante case non terminate
poesia del cammino
quando si dice maneggiare uccello
sabbia rosa libia
termine cileno per definire uno stolto
viaggi prossimi marco cavallini
viaggio in norvegia con vecchia auto

Messaggio triangolare


martedì 8 agosto 2017

lunedì 7 agosto 2017

I signori del cibo

Una grande inchiesta giornalistica condotta da Stefano Liberti su alcuni prodotti fondamentali, in particolare il giornalista ci illustra le filiere di produzione di quattro prodotti: carne di maiale, soia, tonno e pomodoro. Ci fa capire come l'interesse di multinazionali che lui giustamente definisce aziende locusta stanno cambiando il mondo abbattendo l'agricoltura e causando danni enormi in varie parti del mondo per consentire a tutti di poter consumare prodotti a prezzi bassissimi e senza nessun controllo. E' un libro importante anche per capire la migrazione perchè ci parla della cacciata di tanta gente verso le baraccopoli senza una minima speranza di futuro. Un libro da leggere per capire la realtà mondiale che sta causando questo tipo di capitalismo. Da qui nasce anche il progetto "Filiera Sporca".

Studenti a Berlino


domenica 6 agosto 2017

Anno 2017 - parte 32

Quando chi fa un delitto è di origine estracomunitaria viene definito sui giornali specificando la nazionalità, quando come nel caso di Amburgo a fermare un terrorista sono cittadini estracomunitari "addirittura" musulmani allora per i mass media sono semplicemente cittadini!
Ormai la truffa famigliare è sempre più squallida e palese, oltre all'architetto più ignobile della zona sono coinvolte due personaggi a dire poco penose: disgusto totale!! Devo ammettere che persone peggiori di questa gentaglia faccio veramente fatica ad immaginarmele e poi ecco apparire all'orizzonte lo squallore del momento: questi esseri ignobili vorrebbero comprare la villa di famiglia a prezzi stracciati e metterla a disposizione dei profughi cosi da pagarsela in pochi anni!
A Buenos Aires chiude lo storico giornale in inglese che unico in Argentina pubblicava notizie sulle scomparse dei ragazzi durante la dittatura, un lutto per chi crede nella libertà.
Caldo clamoroso e la gente già fuori di testa da il meglio di sè, i femmicidi aumentano. 

Alla Vita
La vita non è uno scherzo.
Prendila sul serio
come fa lo scoiattolo, ad esempio,
senza aspettarti nulla
dal di fuori o nell'aldilà.
Non avrai altro da fare che vivere.
La vita non è uno scherzo.
Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che messo contro il muro, ad esempio, le mani legate
o dentro un laboratorio
col camice bianco e grandi occhiali,
tu muoia affinché vivano gli altri uomini
gli uomini di cui non conoscerai la faccia,
e morrai sapendo
che nulla è più bello, più povero della vita.
Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che a settant'anni, ad esempio, pianterai degli ulivi
non perché restino ai tuoi figli
ma perché non crederai alla morte,
pur temendola,
e la vita peserà di più sulla bilancia.
Nazim Hikmet

Arte subacquea a Pontremoli - parte 2