mercoledì 11 dicembre 2019

martedì 10 dicembre 2019

Nessuno torna indietro

Comincio con il ringraziare Marco Vichi che ha parlato di questa scrittrice e partigiana italo-cubana nel suo ultimo ottimo libro. Alba de Cespedes racconta le avventure di un gruppo di ragazze in collegio a Roma nel periodo prima della seconda guerra mondiale. Un discreto libro di filosofia ed uno spaccato dell'Italia. Bella la scrittura, molto pulita ma con qualche sprazzo poetico.

Finestre da scarico


lunedì 9 dicembre 2019

domenica 8 dicembre 2019

Anno 2019 - parte 49

Ci sono quelle giornate che tutto ti va storto poi ci sono quelle giornate come questo giovedi che si sistemano le cose: persa sciarpa a inizio settimana e casualmente ritrovata vicino al posto di lavoro, perso cerchio copri pneumatici lunedi e ritrovato vicino ad un cestino, sistemata contapassi perchè furbamente un mese fa avevo messo la pila al contrario!!! Robette ma alzano l'umore! :-)
Ormai nessuno può più negare il crimine cinese dei campi di concentramento, o rieducazione come dir si voglia, in cui sono internati migliaia e migliaia di uiguri in Xinjang.
L'attuale drammatica siccità sta mettendo a serio rischio l'esistenza delle cascate Vittoria.
Comincia il freddo e sulle strade mattutine c'è stata la prima comparsa del ghiaccio: occhio!
L'altra notte non riuscivo a dormire e alzatomi, ammetto di essermi mangiato due fette di pane con la Nutella: il che deve aver fatto incavolare Salvini che ne ha chiesto il boicottaggio!!!
Primi segnali di sardine a Fidenza.
Sempre Forza Chile!!
Mi è capitato per caso di leggere una frase che definire lapalissiana è poco: "La più grande arma di distrazione di massa è l'ignoranza!"
Al sabato fare almeno dieci chilometri a piedi sta diventando una buona abitudine.

Gattino


sabato 7 dicembre 2019

I casi del commissario Croce

Una stupenda scoperta! Ricardo Piglia ci ha lasciati due anni fa e ha scritto questo suo ultimo libro di racconti con un apparecchio che ne leggeva lo sguardo. Sapevo che il suo traduttore in italiano è Pino Cacucci (tra i miei autori preferitissimi) e finalmente ne ho letto la prima opera. Affascinante il commissario Croce (in fuga dai militari argentini) con i suoi metodi di indagine particolari e basati sul pensiero bilaterale. Non a caso la prefazione è di Massimo Carlotto. Un suo libro è già in casa e di un altro si prevede l'imminente acquisto.

Squalo


venerdì 6 dicembre 2019

La bomba

12 dicembre 1969 : strage di piazza Fontana a Milano. 
Enrico Deaglio ci racconta cinquant'anni di depistaggi sul primo grave attentato nel periodo della cosiddetta strategia della tensione. Oltre alle vittime della bomba non ci si può dimenticare Giuseppe Pinelli, anarchico ucciso durante un interrogatorio nella questura di Milano, e Valpreda per anni considerato un mostro pur essendo completamente innocente. E' un documento molto importante sulla storia italiana e ancora una volta ne viene fuori come non siano mai stati fatti i conti veramente con il fascismo.

Contatori


giovedì 5 dicembre 2019

Nozze

Non ha fatto in tempo ad uscire questo libro che mi è capitato tra le mani e l'ho letto in una giornata. Evidente che i bastardi di Pizzofalcone mi piacciono: in questa occasione l'assortito gruppo di poliziotti ha a che fare con l'omicidio di una ragazza alla vigilia delle nozze. De Giovanni ci regala anche tante considerazioni sulla scelta del matrimonio al giorno d'oggi, inserite in buon giallo. 

Il muro del dentista




mercoledì 4 dicembre 2019

martedì 3 dicembre 2019

lunedì 2 dicembre 2019

Il cazzaro verde

Andrea Scanzi è un buon giornalista ed è sempre molto divertente nel suo modo di scrivere. In questo piccolo libro, che ho letto in poche ore, smonta completamente la figura di Matteo Salvini pur contestualizzandola in un periodo storico in cui politici in gamba si fa fatica a vederne.

Il comignolo


domenica 1 dicembre 2019

La versione di Barney

Per una volta mi trovo a parlare di un libro che non mi è piaciuto per niente e che ho fatto decisamente fatica a finire di leggere. Ero molto incuriosito perchè è stato un caso letterario nel 2000 e ne ho sentito parlare molto bene da amici lettori con i gusti più diversi. E' l'autobiografia di un ebreo canadese dalla vita decisamente dissoluta e malato di alzheimer, nonchè accusato di un omicidio. Bene, mi sono toloto la curiosità ma in futuro cercherò di stare lontano da libri che hanno avuto successo ma che non mi convincono fino in fondo.

Anno 2019 - parte 48

E ti pareva che i fascisti che circondano Salvini non riuscissero ad oscurare su internet le pagine sulle Sardine ... a dimostrazione che i loro unici argomenti sono odio e violenza.
Tutte le volte che pubblico servizi fotografici non graditi alla Lega, vengo subissato di insulti da qualche fascistello ... così coraggioso che poi mi gira alla larga! Bei tempi!!!
Quello che sta succedendo in cile è veramente incredibile, da più di 40 giorni la popolazione resiste al terrore dei carabineros ma vuole cambiare!! Grazie a Prensa Opal Chile che in diretta racconta quello che sta succedendo.
L'ignoranza domina sempre sovrana!
La mia pressione ha dei clamorosi sbalzi in avanti, malgrado siano ormai nove mesi che prendo pastiglie e che cammino più che posso.
Parlare degli utlimi arresti per aver fondato un partito nazionalista pronto ad attentati contro l'ANPI viene da molti sminuito con il classico "sono solo ignoranti e idioti" ma il pericolo non va per niente sottovalutato.
Quella dell'uomo, appena uscito in libertà condizionata dopo essere stato condannato per aver accoltellato a morte una donna,  che disarma il terrorista che sta accoltellando i passanti sul ponte a Londra ... è veramente bellissima!!
Leggere libri e invitare la gente a leggerli è un buon atto rivoluzionario.

Effetto OGM


sabato 30 novembre 2019

L'anno dei misteri

All'inizio sembra un libro un po' incasinato per le tante storie criminose in cui si trova coinvolto il commissario Bordelli, poi piano piano la matassa si dipana e ne viene fuori un ottimo libro, non solo un bel giallo. Marco Vichi ci regala tante storie, e tanti bei pezzi di letteratura. Mi piace sempre di più l'idea della cena tra amici in cui tutti devono raccontare una storia ... piano piano vedrò di applicarla. Ottimi come sempre anche i suggerimenti letterari. Forse la condotta etica di Bordelli può sembrare estrema, ma alla fine la condivido pienamente.

L'artista fuggente


venerdì 29 novembre 2019

Com'è profondo il mare

Ci nascondiamo di notte
Per paura degli automobilisti
Degli inotipisti
Siamo i gatti neri
Siamo i pessimisti
Siamo i cattivi pensieri
E non abbiamo da mangiare
Com’è profondo il mare
Com’è profondo il mare 

Babbo, che eri un gran cacciatore
Di quaglie e di faggiani
Caccia via queste mosche
Che non mi fanno dormire
Che mi fanno arrabbiare
Com’è profondo il mare
Com’è profondo il mare 

E’ inutile
Non c’è più lavoro
Non c’è più decoro
Dio o chi per lui
Sta cercando di dividerci
Di farci del male
Di farci annegare
Com’è profondo il mare
Com’è profondo il mare 

Con la forza di un ricatto
L’uomo diventò qualcuno
Resuscitò anche i morti
Spalancò prigioni
Bloccò sei treni
Con relativi vagoni
Innalzò per un attimo il povero
Ad un ruolo difficile da mantenere
Poi lo lasciò cadere
A piangere e a urlare
Solo in mezzo al mare
Com’è profondo il mare 

Poi da solo l’urlo
Diventò un tamburo
E il povero come un lampo
Nel cielo sicuro
Cominciò una guerra
Per conquistare
Quello scherzo di terra
Che il suo grande cuore
Doveva coltivare
Com’è profondo il mare
Com’è profondo il mare 

Ma la terra
Gli fu portata via
Compresa quella rimasta addosso
Fu scaraventato
In un palazzo,in un fosso
Non ricordo bene
Poi una storia di catene
Bastonate
E chirurgia sperimentale
Com’è profondo il mare
Com’è profondo il mare 

Intanto un mistico
Forse un’aviatore
Inventò la commozione
E rimise d’accordo tutti
I belli con i brutti
Con qualche danno per i brutti
Che si videro consegnare
Un pezzo di specchio
Così da potersi guardare
Com’è profondo il mare
Com’è profondo il mare 

Frattanto i pesci
Dai quali discendiamo tutti
Assistettero curiosi
Al dramma collettivo
Di questo mondo
Che a loro indubbiamente
Doveva sembrar cattivo
E cominciarono a pensare
Nel loro grande mare
Com’è profondo il mare
Nel loro grande mare
Com’è profondo il mare 

E’ chiaro
Che il pensiero dà fastidio
Anche se chi pensa
E’ muto come un pesce
Anzi un pesce
E come pesce è difficile da bloccare
Perchè lo protegge il mare
Com’è profondo il mare 

Certo
Chi comanda
Non è disposto a fare distinzioni poetiche
Il pensiero come l’oceano
Non lo puoi bloccare
Non lo puoi recintare
Così stanno bruciando il mare
Così stanno uccidendo il mare
Così stanno umiliando il mare
Così stanno piegando il mare
Lucio Dalla

Tramonto oceanico


giovedì 28 novembre 2019

mercoledì 27 novembre 2019

Fuori per sempre

Un buon libro. Doris Femminis ci regala un romanzo ben scritto su argomenti come la schizofrenia, la depressioni e i problemi psichiatrici per niente facili da raccontare. Invece la storia è appassionante e la si legge senza staccarsi un attimo dalle pagine. Protagonista è una ventenne e l'ambientazione è tra le Alpi svizzere.
Un ringraziamento all'Alligatore che ne ha parlato sul suo blog incuriosendomi non poco.

Curve teutoniche


martedì 26 novembre 2019

Pietà per la nazione

Pietà per la nazione i cui uomini sono pecore
e i cui pastori sono guide cattive
Pietà per la nazione i cui leader sono bugiardi
i cui saggi sono messi a tacere
Pietà per la nazione che non alza la propria voce
tranne che per lodare i conquistatori
e acclamare i prepotenti come eroi
e che aspira a comandare il mondo
con la forza e la tortura
Pietà per la nazione che non conosce
nessun’ altra lingua se non la propria
nessun’ altra cultura se non la propria
Pietà per la nazione il cui fiato è danaro
e che dorme il sonno di quelli
con la pancia troppo piena
Pietà per la nazione – oh, pietà per gli uomini
che permettono che i propri diritti vengano erosi
e le proprie libertà spazzate via
Patria mia, lacrime di te
dolce terra di libertà!
(Lawrence Ferlinghetti)

Bella coppia


lunedì 25 novembre 2019

Reportage sulla Germania

Soldi e animali


Buonanotte a te

Buonanotte a te che in questo momento
dovresti essere qui e non chissà dove.
Buonanotte a chi anche stanotte
si perderà tra le lacrime e i pensieri.
Buonanotte a chi ha sperato, lottato
a chi ha tirato fuori le unghie ma comunque ha perso.
Buonanotte a me, che ti aspetto e prego ogni sera per vederti tornare.
Buonanotte ai codardi, ai “lo faccio per te”,
a chi ha deposto i sogni nel cassetto,
a chi è caduto ma ha avuto la forza e il coraggio di rialzarsi.
A chi non vuole occhi diversi.
A chi non ci riesce, a chi ci prova ma è dura,
a chi soffre in silenzio, a chi ride ma sta male,
a chi non riesce a camminare,
a chi è stato lasciato,
a chi ha il cuore spezzato.
Buonanotte, che poi questa notte di buono non ha nulla.
E resterò sveglia a pensarti, a immaginarti
a chiedermi come stai, cosa fai, se sorridi, se sei felice, se ti manco, se stai bene anche senza di me.
Chi ti scalda la notte, chi ti guarda dormire,
chi ti sorride così dal nulla.
E non so, ma ho paura.
Perché la notte diventiamo più deboli,
perché la notte cadiamo, i pensieri vanno veloci e le lacrime scendono.
Dove sei, con chi sei, mi manchi.
(Charles Bukowsky)

domenica 24 novembre 2019

Sardine a Fiorenzuola












I segreti di Bologna

Un interessante documento storico. Valerio Cutronilli e Rosario Priore cercano di raccontare la situazione internazionale di fine anni '70 per contestualizzare la strage di Bologna. Cercano di approndire la mai troppo seguita pista che conduce al gruppo di terroristi vicini a Carlos, puntando comunque sul fatto che la sentenza è accettabile ma non convince pienamente, anche ovviamente per tutti i clamorosi depistaggi che furono messi in atto da subito. E spingono perchè si continui  a cercare la verità su quel maledetto 2 agosto 1980!

Anno 2019 - parte 47

Ormai in Cina il tentativo di cancellare la minoranza uigura è a livelli mostruosi: vengono presi i bambini, sottratti alle famiglie e obbligati fin da piccolissimi a crescere in istituti che li renderanno perfetti Han.
Uno dei sorprendenti effetti della politica di Trump è il ritorno in Ghana di molti afroamericani, si parla di circa 10000 negli ultimi due anni.
Ritengo Facebook solamente uno strumento , non lo esalto ma spesso in questi ultimi anni ho approfittato per seguire in diretta eventi importanti: ad esempio in questi giorni è possibile seguire sia le piazze gremite di sardine che le piazze rivoluzionarie in Cile , Hong Kong, ecc. grazie anche a gruppi come Local Team, Prensa Opal (la guardo tutte le sere da una settimana!)  ed altri che pur ammettendone i difetti ne sanno cogliere le opportunità.
A Lione un ragazzo si è dato fuoco per protestare contro le politiche europee e di Macron ma praticamente nullo il risalto dato dai mass-media.
Timor è forse uno dei rari casi in cui la situazione è migliorata negli ultmi vent'anni, il tutto molto silenziosamente.
Dopo aver mangiato in modo abominevole sul progetto Le Mose di Venezia c'è chi vorrebbe anche i soldi dedicati a Pompei!
Silvia Romano è stata rapita un'anno fa e tuttora non si hanno notizie!
In Iran è in corso un moto di protesta come a solito brutalmente represso e pochissime le notizie che trapelano: si parla già di centinaia di morti (Amnesty per ora dichiara 106 ma pare siano molti molti di più, qualcuno mercoledì parlava già di 300) e di arresti a go-go.
Sono sempre convintissimo : Free Julian Assange now!".
In Italia un largo movimento di persone libere col nome di "Sardine",  di cui molte che non si sentono rappresentate da alcun partito politico, si espone occupando le piazze contro il razzismo e la pericolosa ignoranza di Salvini e dei suoi seguaci ... la reazione è ovviamente insulti, minaccie e odio: questa è da sempre la destra fascistoide italiana!

La scogliera nascosta


sabato 23 novembre 2019

Volare


La metamorfosi

Un racconto famosissimo per descrivere il rapporto tra un figlio e la famiglia che trova la felicità quando è obbligata a cercarsi da vivere senza il supporto altrui. Una metafora che ha fatto storia.

venerdì 22 novembre 2019

Nina dei lupi

Un gran bel libro. Alessandro Bertante ci regala una specie di favola sulle brutture dell'uomo: la società del finto benessere è scoppiata e ne è nato un mondo barbaro da cui emergono alcuni personaggi ancora dotati di senso della giustizia ed umanità, e da cui nasce la leggenda di Nina dei lupi. Si legge in una giornata!