giovedì 28 febbraio 2019

Il censimento dei radical chic

Non certo un libro indimenticabile ma un libro curioso, a tratti divertente e allo stesso tempo angosciante. Giacomo Papi ci racconta un'Italia incattivita che dopo aver eliminato zingari e omosessuali decide di combattere gli intellettuali.

Birre


mercoledì 27 febbraio 2019

Perdersi

Franco La Cecla ci propone un piccolo saggio che è un misto di antropologia, architettura e filosofia molto azzeccato per spiegare l'attuale momento storico, in cui le migrazioni umane sono una caratteristica fondamentale per non parlare degli spostamenti per motivi lavorativi quotidiani o periodici. Molto interessanti le citazioni sulle abitudini delle popolazioni native in Amazzonia e in Africa. Decisamente negativo il giudizio sull'architettura contemporanea vista come uno spettacolo e non come una pratica utile alla gente nella sua quotidianità.

Interpretare l'Africa


martedì 26 febbraio 2019

La versione di Fenoglio

L'ultimo libro di Gianrico Carofiglio non delude per niente, difficile catalogarlo in un genere malgrado il protagonosta sia ancora il maresciallo Fenoglio. E' la storia dell'incontro in fisioterapia tra il maresciallo dei carabinieri ed un giovane disorientato e molto sensibile, che riesce a far tirar fuori al maresciallo alcune interessanti storie dove si parla di criteri di indagine, di osservazione, attenzione, ascolto, riconoscimento delle menzogne e di umiltà.

Davanti alla casa bianca









domenica 24 febbraio 2019

Anno 2019 - parte 8

A Fidenza va in scena uno scontro politico sul kebab decisamente strano. Più volte scono scoppiate risse fuori da un centralissimo ristorantino di kebab. Premesso che conosco alcuni dei gestori e che non capisco bene le loro responsabilità, succede che il sindaco Pd limiti la vendita degli alcoolici alle 18 e fissi la chiusura alle 22 per un periodo di 2 settimane, succede che la questura lo chiuda per due settimane e infine succede che gli avvocati (tra cui una dirigente di Forza Italia) riescano in primis a farlo riaprire e poi richiedano la cancellazione delle altre misure. E per chi non lo sapesse siamo a circa tre mesi dalle elezioni comunali.
Le prime mosse di Bolsonaro contro gli indigeni in Brasile lasciano allibiti, siamo di fronte ad un probabile genocidio?
Girando per i paesi orientali ho imparato a salutare con le mani giunte adesso vedo che lo fa anche Salvini e sono un po' perplesso.
E' la seconda volta in due anni che sulla strada per il lavoro trovo un tasso morto.
"Silenzio assordante" una definizione che ben si addice al caso di Silvia Romano e degli altri due italiani scomparsi da mesi in Africa.
Ecuador possiede giacimenti di petrolio in luoghi ecologicamente importanti e a rischio per cui chiede soldi in cambio del fatto che non lo tocchi e non provochi disastri ecologici, qualcuno per caso lo asseconda?
In Qatar stanno costruendo per i Mondiali del 2022 stadi a ritmo velocissimo e a costi molto bassi con lavoratori dal sud est asiatico ridotti a livello di schiavitù: gli appassionati di calcio lo sanno? ... e soprattutto la cosa li tange??
Anche in Russia sta tornando di moda la riduzione in schiavitù di persone deboli. Brutti tempi!!
Adesso Roberto Formigoni, il Celeste, dovrebbe andare in carcere: vediamo!
"Adottiamo un parco": ho incontrato un gruppo di studenti intento a ripulire un parco a Fidenza, una bella iniziativa.
Io sto con Emma Marrone.
"E' difficile liberare gli stolti dalle catene che onorano" (Voltaire).

Vecchia miniera


sabato 23 febbraio 2019

Venti di protesta

David Barsamian intervista Noam Chomsky e ne viene fuori una lucida e pafata analisi del mondo odierno. Dal gravissimo e sottovalutato problema del riscaldamento della terra alla situazione in Rojava, si arriva a parlare di Iran e Corea del Nord senza dimenticare la storia. Si parla di Trump, di Europa ma anche del controllo delle informazioni personali. Insomma un libro attuale e molto interessae per capire qualcosa del mondo in cui stiamo vivendo e della fine che vogliamo far fare al pianeta Terra. Avevo già letto articoli di Chomsky ma questo è il primo e sicuramente non l'ultimo suo libro che leggerò.

Due mostre interessanti a Parma



Nessuno capisce l'arte


venerdì 22 febbraio 2019

giovedì 21 febbraio 2019

Passing place


Ti offro

Ti offro strade difficili, tramonti disperati,
la luna di squallide periferie.
Ti offro le amarezze di un uomo
che ha guardato a lungo la triste luna.
Ti offro i miei antenati, i miei morti,
i fantasmi a cui i viventi hanno reso onore col marmo:
il padre di mio padre ucciso sulla frontiera di Buenos Aires,
due pallottole attraverso i suoi polmoni, barbuto e morto,
avvolto dai soldati nella pelle di una mucca;
il nonno di mia madre – appena ventiquattrenne –
a capo di un cambio di trecento uomini in Perù,
ora fantasmi su cavalli svaniti.
Ti offro qualsiasi intuizione sia
nei miei libri, qualsiasi virilità o vita umana.
Ti offro la lealtà di un uomo
che non è mai stato leale.
Ti offro quel nocciolo di me stesso
che ho conservato, in qualche modo –
il centro del cuore che non tratta con le parole,
né coi sogni e non è toccato dal tempo,
dalla gioia, dalle avversità.
Ti offro il ricordo di una
rosa gialla al tramonto,
anni prima che tu nascessi.
Ti offro spiegazioni di te stessa,
teorie su di te, autentiche e sorprendenti notizie di te.
Ti posso dare la mia tristezza,
la mia oscurità, la fame del mio cuore;
cerco di corromperti con l’incertezza,
il pericolo, la sconfitta.
Jorge Luis Borges

mercoledì 20 febbraio 2019

Il paese che amo

E' il terzo volume della trilogia sporca sulla storia italiana del dopoguerra, Simone Sarasso qui racconta l'Italia dalla strage di Bologna all'avvento della seconda repubblica tenendo sempre come protagonista Andrea Sterling, l'uomo nero. Non reale ma decisamente verosomigliante alla storia reale, su cui l'autore si è decisamente documentato bene. Tre libri da leggere facendo decisamente soffrire il fegato.

Siamo ancora in tempo


Chiesetta alpina


Solo a Fidenza


martedì 19 febbraio 2019

lunedì 18 febbraio 2019

domenica 17 febbraio 2019

La vedova Couderc

Georges Simenon scrive veramente bene e non l'ho certo scoperto io, prima o poi dovrò leggere anche qualche libro con il famosissimo Maigret ma per adesso affronto gli altri libri e con notevole soddisfazione. Non manca mai la suspence. In questo romanzo ci racconta la storia di una vedova non amata in famiglia che ospita in casa un ex galeotto.

Anno 2019 - parte 7

Da parte mia e di tutti i tifosi del Milan un sincero augurio di buon campionato inglese a Higuain : 6 - 0 dal Manchester city!!
Adesso scopro che un sacco di miei coetanei prendono da anni la pastiglia per la pressione! Mi sono comprato anche un vasetto di aglio siciliano!!
E adesso non posso più fumare mentre guido la mia auto?
Quando vai al funerale di un ragazzo di 39 anni ci sta che piangi come una fontana.
Non avrei mai pensato di aderire ad una campagna "sto con i pastori sardi"!
E' morto Bruno Ganz, aveva interpretato tra l'altro due capolavori di film che ho assolutamente adorato: "Il cielo sopra Berlino" e "Pane e tulipani".
Buona la mostra fotografica parmigiana sull'Est Europa.

Abbandoni campagnoli





sabato 16 febbraio 2019

Closer 2019

Il programma dettagliato della tre giorni bolognese di fotografia sociale su Witness Journal.

Papaveri


venerdì 15 febbraio 2019

Per nessun motivo

Interessante questo romanzo di Marco Vichi scritto, pur senza il commissario Bordelli, in stile giallesco. E' la storia di un uomo che dopo tanti anni viene a sapere di avere una figlia a Parigi e la va a cercare. Non mancano i rimandi alla storia resistente del padre dello scrittore e alla sua stessa infanzia.

La panchina dell'omertà


giovedì 14 febbraio 2019

Il disertore

Dopo aver letto un libro immenso anche come grandezza fisica ecco un libretto piccolo ma molto interessante. Jean Giono racconta la storia di un uomo senza documenti che per scappare dalla polizia scappa nella Svizzera vallese e vive alla macchia dipingendo e sopportando fame e freddo. Un personaggio molto affascinante.

La finestra e l'affresco


mercoledì 13 febbraio 2019

Delitto e castigo

Sicuramente un libro non facile che non avrei mai pensato di leggere anni fa. Invece si è rivelato molto interessante e a tratti anche appassionante, un classico ma anche un giallo ambientato in luoghi e tempi molto distanti. Un libro che dà molti spunti a cui pensare una volta terminato, con i suoi tanti e differenti personaggi dalle storie più variegate. Adesso mi chiedo se leggerò altri libri di Michail Fedor Dostoevskij.

Scritte giapponesi







martedì 12 febbraio 2019

lunedì 11 febbraio 2019

La signora nel furgone

Un libro che definire piccolo è quasi esagerato. Alan Bennett in poche pagine ci descrive un'anziana signora a dir poco originale che trascorre gli ultimi anni della sua vita in un furgone. Un libretto a volte esilarante ma anche commovente.

Ultime immagini lucchesi