lunedì 30 dicembre 2019

I giorni del giudizio

Un'altro buon libro di Giampaolo Simi, che come al solito mi ha obbligato a fare le ore piccole. C'è un processo per duplice omicidio e l'autore ci racconta la vita e i pensieri dei giurati chiamati a decidere. Trama assolutamente originale con cui si parla anche della società italiana e dei suoi vizi, così invece di una storia il lettore si trova a essere coinvolto in più di otto, tutte molto realistiche. E' ambientato a Lucca e non mancano le giornate del Lucca Comics. Da leggere!

Reportage sul Brasile : il Maranhao

http://www.marcocavallini.it/maragall.html
E' online il mio reportage di viaggio in Brasile, nel Maranhao: da Fortaleza a Sao Luiz.

Fuoco


domenica 29 dicembre 2019

Chernobyl 01:23:40

Continua la mia ricerca sulla vera storia di Chernobyl e mi sono ritrovato tra le mani questo buon libro di Andrew Leathermore che come me è partito dalla passione per i luoghi abbandonati. L'autore dopo un'esperienza di visita nella zona si è dedicato alla ricerca storica e ha cercato di stabilire la verità dul disasto nucleare che ha cambiato il mondo e ha favorito il crollo dell'Unione sovietica. Sicuramente non sapremo mai quante sono state veramente le vittime di questa catastrofe.

Anno 2019 - parte 52

Aung San Suu Kye è stato premio Nobel per la pace e da parte mia aveva una grandissima stima che sta perdendo con la sua posizione ferma nel negare il massacro del popolo Rohingya in Myanmar.
L'assoluzione di Marco Cappato, che aveva accompagnato in una clinica svizzera DJ Fabo dove lo stesso è stato libero di scegliere di morire,  è un grande passo verso una maggiore civiltà.
Per una volta parlerò di calcio ma la situazione del Milan è veramente pessima e non consente troppe speranze nemmeno per il futuro.
Sto cercando di mettere in piedi una mostra fotografica su Chernobyl.
Ogni tanto capita un attentato che fa più morti del solito e ci si ricorda che esiste anche la Somalia. E a proposito sarebbe bello avere anche notizie di Silvia Romano, rapita più di un anno fa.
In India sta passando una norma che prevede la cittadinanza per tutti i rifugiati delle più varie religioni tranne di quella musulmana: un segnale clamorosamente negativo.
I ragazzi cileni stanno dando una lezione di dignità a tutto il mondo: Grazie!! 

Pausa


sabato 28 dicembre 2019

Presepe brasiliano


Una passeggiata nella zona

Un libro strano e a tratti piacevole, che mi ha attirato perchè parla della Zona di Chernobyl. L'autore Markijan Kamys, figlio di un liquidatore, racconta la sua esperienza di anni di visite clandestine alla zona proibita, con riflessioni, racconti e tanta sensibilità. Zona frequentata da giovani, da clandestini, da sciacalli e da un'umanità varia che cerca un luogo in cui nascondersi dal mondo.

Aquile


venerdì 27 dicembre 2019

I miserabili

Chiamasi capolavoro! Libro di oltre mille pagine in cui Victor Hugo ci ipnotizza con la storia di Jean Valjean. Ogni tanto l'autore si perde dal racconto ma ci regala dissertazioni (anche lunghette) come quella sul futuro e sul progresso. Descrive minuziosamente la battaglia di Waterloo e ci parla del diciannovesimo secolo. Tra i tanti indimenticabili personaggi non si può dimenticare il piccolo grandissimo Gavroche. I Miserabili tratta temi di grande importanza, come la coerenza politica, la giustizia sociale, la fede in Dio ma anche nell’animo umano ... insomma un libro che vale tantissimo e a cui ho finalmente dedicato qualche giornata.

Fiori sorridenti


mercoledì 25 dicembre 2019

Barzellette

Appena l'ho visto esposto in libreria ho comprato questo libro, ultimo lavoro di Ascanio Celestini ... non potevo farne a meno. Alla fine è un brogliaccio di barzellette su vari argomenti, alcune già le conoscebo e alcune nuove, il livello abbastanza buona ... alta la preoccupazione tra i miei conoscenti!!

Portare la bandiera


martedì 24 dicembre 2019

Buon Natale


La dea fortuna

Sono un appassionato dei film di Ferzan Ozpetek e sono corso a vedere la sua ultima opera. Sinceramente non è il suo film più bello, anche se non mancano spunti interessanti ed è buona l'interpretazione degli attori tra cui spicca (sarò forse parziale) l'ottima Jasmine Trinca. Come al solito molta coralità e stupende le scelte coreografiche con la terrazza romana e la stupenda villa siciliana. E' comunque un film da vedere.

Biciclette fidentine


lunedì 23 dicembre 2019

Pagina Facebook

Da due giorni ho reso attiva una pagina su facebook dedicata ai miei viaggi e alle mie fotografie, se ne avete voglia siete invitati a seguirla o a metterci "mi piace". Pagina "Viaggi e fotografie di Marco Cavallini".

Tra i rami


domenica 22 dicembre 2019

Anno 2019 - parte 51

Dovrò cercare di approfondire le mie conoscenze su Ermanno Stradelli, nato a Borgotaro nel 1852, che fu uno dei più grandi esploratori dell'Amazzonia ed è tuttora celebrato in Brasile e dimenticato in Italia.
In Cile, il vino bigoteado (da bigote, baffo) è il risultato della raccolta del vino avanzato nei bicchieri che si vendeva a poco prezzo nelle cantine e nei bar.
Non ci vuole molto a capire come ormai la cocaina sia un grosso problema in Italia, invece la destra si accanisce contro la cannabis light mentre fior di paesi considerati civilizzati hanno reso libero l'utilizzo della cannabis normale.
Dicono che ho le spalle larghe, che sono l'uomo dalle mille risorse, ecc,ecc, io non ne sono convinto ... ma staremo a vedere.
"C'è chi vince c'è chi perde poi ci sono i vermi!"

Api



sabato 21 dicembre 2019

venerdì 20 dicembre 2019

giovedì 19 dicembre 2019

mercoledì 18 dicembre 2019

martedì 17 dicembre 2019

lunedì 16 dicembre 2019

domenica 15 dicembre 2019

Di perle e cicatrici

Pedro Lemebel mi aveva conquistato con l'eccellente "Ho paura torero" e mi è piaciuto tantissimo anche in questi 70 racconti o meglio cronache con cui ha raccontato il Cile da Radio Tierra negli anni della transizione dalla dittatura a questa presunta democrazia. Molto attuale anche oggi dove la violenza sta ancora una volta abbattendosi sul popolo cileno. Racconta personaggi e luoghi con un fortissimo senso poetico e con tanto amore per il suo martoriato paese.

Anno 2019 - parte 50

Un flashmob fatto bene e le ragazze cilene hanno diffuso in tutto il mondo il loro messaggio di protesta. In Cile le proteste del popolo stanno ormai raggiungendo i cinquanta giorni e grossa è l'importanza delle donne in questa lotta alla ricerca di maggiori diritti.
Nelle zone kurde, criminali turchi in divisa e jihadisti continuano impunemente a compiere massacri.
Continuo a pensare che il raduno delle sardine antifasciste sia un fatto positivo, non capisco del tutto il veleno che gli viene vomitato addosso da più parti comprese le assurde fake-news inventate ma anche non messe in dubbio!
Ormai non c'è più niente da fare ... e Brexit sia!
Prime piccole nevicate. Il mio rapporto da guidatore di auto con neve e ghiaccio è decisamente pessimo.
In Emilia sta cominciando la campagna elettorale per le regionali: il PD deve capire che deve assolutamente cambiare marcia affrontando anche l'annosa questione morale e non soltanto porsi come ultimo muro di fronte ai barbari salviniani.
Ogni tanto mi accorgo che ho il telefonino (adesso dicono smartphone) silenzioso da giorni e mi ci tocca stare su una ventina di minuti per rispondere ai messaggi arrivati ... ah che vitaccia!!
Giretto per libri a Parma tra i Diari di Bordo, ottima libreria indipendente, e l'enolibreria Chourmo in oltretorrente e l'inizio di inverno è coperto!!
"La dignidad es costumbre"

Cibo in Sichuan - parte 3









sabato 14 dicembre 2019

Il mondo che vogliamo

Un libro che mi ha piacevolemente sorpreso. Carola Rackete racconta la sua esperienza nel salvataggio profughi che l'ha resa famosa in Italia e soprattutto espone le sue idee sulla situazione mondiale in connessione con la drammatica crisi climatica. Una ragazza che ha maturato importanti esperienze anche al polo nord e che ha toccato con i suoi occhi i danni del cambiamento climatico. Speriamo che questo post non attiri sul mio blog gli insulti dei barbari.