giovedì 27 maggio 2010

I panda nei cerchi

Commento su "A passo d'uomo"

Forse troppo corto ma sicuramente bellissmo questo documentario che racconta la tentta integrazione dei rifugiati in Italia, mostrando le tante diverse sfaccettature psicologiche di queste persone che ci chiedono aiuto dopo aver subito vicissitudini tremende. Ben girato, con alcuni effetti decisamente azzeccati come il gioco delle ombre cinesi. Ci si trova incollati allo schermo dall'inizio alla fine. Sarebbe bello e utile che questo documentario girasse nelle scuole.